Pagine (20): « Prima « 2 3 4 5 [6] 7 8 9 10 » Ultima »   Scrivi discussione 




email su nucleare e media
Autore Messaggio
sexyteo
Senator Member
****


Messaggi: 267
Gruppo: Registered
Iscritto: Feb 2010
Stato: Offline
Reputazione:
Messaggio: #51
RE:   email su nucleare e media

Riporto integralmente la sentenza 278/2010 della Corte Costituzionale (decisione  del 23/06/2010, deposito del 22/07/2010 e pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il 28/07/2010), con la quale la Consulta ha dichiarato in parte infondate e in parte inammissibili le questioni sollevate da 10 Regioni, cioé Toscana, Umbria, Liguria, Puglia, Basilicata, Lazio, Calabria, Marche, Emilia Romagna e Molise (anche il Piemonte si era rivolto alla Consulta, ma la nuova giunta guidata dal leghista Roberto Cota ha deciso di ritirare il ricorso) in merito alla legge delega 99/2009 sul nucleare:
http://www.cortecostituzionale.it/giuris...&TrmM=
Testo integrale della legge del 23 luglio 2009, n. 99 su Disposizioni per lo sviluppo e l'internazionalizzazione delle imprese, nonché in materia di energia (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 176 del 31 luglio 2009 - Supplemento ordinario n. 136):
http://www.parlamento.it/parlam/leggi/09099l.htm

LA CORTE COSTITUZIONALE:

riuniti i giudizi,

dichiara inammissibili gli interventi dell’Associazione italiana per il World Wide Fund for Nature Onlus Ong (WWF), del Codacons, Coordinamento delle associazioni e dei comitati di tutela dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori, dell’ Enel s.p.a. e della Terna – Rete Elettrica Nazionale s.p.a.;

dichiara l’illegittimità costituzionale dell’articolo 3, comma 9, della legge 23 luglio 2009, n. 99 (Disposizioni per lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle imprese, nonché in materia di energia);

dichiara inammissibile il ricorso indicato in epigrafe proposto dalla Regione Molise avverso gli artt. 25, comma 2, lettera g), e 26, comma 1, della legge n. 99 del 2009, in riferimento agli artt. 117, terzo comma e 118 della Costituzione e al principio di leale collaborazione;

dichiara inammissibile la questione di legittimità costituzionale dell’art. 25, comma 2, lettera f), della legge n. 99 del 2009, promossa dalla Regione Marche in riferimento all’art. 3 della Costituzione, con il ricorso indicato in epigrafe;

dichiara inammissibili le questioni di legittimità costituzionale dell’art. 25, comma 2, lettere g) e h), della legge n. 99 del 2009, promosse, in riferimento agli artt. 3 e 97 della Costituzione, dalla Regione Calabria, con il ricorso indicato in epigrafe;

dichiara inammissibili le questioni di legittimità costituzionalità dell’art. 25, comma 2, lettera g), della legge n. 99 del 2009, promosse dalle Regioni Umbria, Liguria, Emilia-Romagna e Puglia in riferimento all’art. 117, secondo comma, della Costituzione, con i ricorsi indicati in epigrafe;

dichiara inammissibili le questioni di legittimità costituzionale dell’art. 25, comma 2, lettera g), della legge n. 99 del 2009, promosse, in riferimento all’art. 120 della Costituzione, dalle Regioni Puglia e Calabria, con i ricorsi indicati in epigrafe;

dichiara inammissibile la questione di legittimità costituzionale dell’art. 25, comma 2, lettera h), della legge n. 99 del 2009, promossa, in riferimento all’art. 117, secondo comma, della Costituzione, dalla Regione Emilia-Romagna, con il ricorso indicato in epigrafe;

dichiara inammissibile la questione di legittimità costituzionale dell’art. 25, comma 2, lettera h), della legge n. 99 del 2009 promossa, in riferimento all’art. 120 della Costituzione, dalla Regione Calabria, con il ricorso indicato in epigrafe;

dichiara inammissibili le questioni di legittimità costituzionale dell’art. 25, comma 2, lettera g), della legge n. 99 del 2009, promosse dalle Regioni Lazio, Toscana, Umbria, Liguria, Emilia-Romagna, Marche, Puglia, Basilicata, Calabria, in riferimento agli artt. 117, terzo e quarto comma, e 118 della Costituzione e al principio di leale collaborazione, con i ricorsi indicati in epigrafe;

dichiara inammissibili le questioni di legittimità costituzionale dell’art. 25, comma 2, lettera h), della legge n. 99 del 2009, promosse dalle Regioni Toscana, Emilia-Romagna, Marche, Calabria, in riferimento agli artt. 117, terzo e quarto comma, e 118 della Costituzione e al principio di leale collaborazione, con i ricorsi indicati in epigrafe;

dichiara inammissibili le questioni di legittimità costituzionale dell’art. 25, comma 2, lettere l) e q), della legge n. 99 del 2009, promosse, in riferimento agli artt. 117 e 118 della Costituzione, dalla Regione Lazio, con il ricorso indicato in epigrafe;

dichiara inammissibili le questioni di legittimità costituzionale dell’art. 27, comma 27, della legge n. 99 del 2009, promosse, in riferimento agli artt. 118 e 120 della Costituzione, dalla Regione Piemonte, con il ricorso indicato in epigrafe;

dichiara inammissibili le questioni di legittimità costituzionale dell’art. 27, commi 14, 24, lettere c) e d), 28, 31 e 34 della legge n. 99 del 2009, promosse, in riferimento agli artt. 76, 97, 117 e 118 della Costituzione, dalla Regione Lazio, con il ricorso indicato in epigrafe;

dichiara non fondate le questioni di legittimità costituzionale dell’art. 25, comma 1, della legge n. 99 del 2009, promosse dalle Regioni Lazio e Basilicata, in riferimento agli artt. 117 e 118 della Costituzione, e al principio di leale collaborazione quanto alla sola Regione Basilicata, con i ricorsi indicati in epigrafe;

dichiara non fondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 25, comma 1, della legge n. 99 del 2009, promossa dalla Regione Lazio, in riferimento agli artt. 76 e 117, terzo comma, della Costituzione, con il ricorso indicato in epigrafe;

dichiara non fondate le questioni di legittimità costituzionale dell’art. 25, comma 2, lettera a), della legge n. 99 del 2009, promosse dalle Regioni Emilia-Romagna, Umbria, Liguria, Marche, Toscana, in riferimento agli artt. 117 e 118 della Costituzione e al principio di leale collaborazione, con i ricorsi indicati in epigrafe;

dichiara inammissibili nella parte di cui al punto 14.3 del Considerato in diritto, e non fondate, nella parte di cui al punto 14.2 del Considerato in diritto, le questioni di legittimità costituzionalità dell’art. 25, comma 2, lettera f), della legge n. 99 del 2009, promosse dalle Regioni Umbria e Emilia-Romagna, in riferimento agli artt. 117, 118 e 120 della Costituzione, e al principio di leale collaborazione, con i ricorsi indicati in epigrafe;

dichiara non fondate le questioni di legittimità costituzionale dell’art. 25, comma 2, lettera f), della legge n. 99 del 2009, promosse dalle Regioni Lazio, Toscana e Marche, in riferimento agli artt. 117, 118, 120 della Costituzione, e al principio di leale collaborazione, con i ricorsi indicati in epigrafe;

dichiara non fondate le questioni di legittimità costituzionale dell’art. 26, comma 1, della legge n. 99 del 2009, promosse dalle Regioni Lazio, Umbria, Emilia-Romagna, Marche e Basilicata, in riferimento agli artt. 117, terzo e sesto comma, e 118 della Costituzione e al principio di leale collaborazione, con i ricorsi indicati in epigrafe;

dichiara non fondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 27, comma 27, della legge n. 99 del 2009 promossa dalle Regioni Umbria, Liguria e Piemonte, in riferimento all’art. 117, terzo comma, della Costituzione, con i ricorsi indicati in epigrafe;

dichiara estinto il giudizio promosso dalla Regione Piemonte, con il ricorso indicato in epigrafe, limitatamente alle questioni di legittimità costituzionale dell’art. 25, comma 2, lettera g), e dell’art. 26, comma 1, della legge n. 99 del 2009, promosse in riferimento agli artt. 3, 117, terzo comma e 120 della Costituzione.

Così deciso in Roma, nella sede della Corte costituzionale, Palazzo della Consulta, il 23 giugno 2010

Messaggio modificato il: 15-10-2010 alle 17:31 da sexyteo.

14-10-2010 19:33
Invia Messaggio privato all'autore Trova tutti i messaggi dell'autore Quota il messaggio nella risposta
sexyteo
Senator Member
****


Messaggi: 267
Gruppo: Registered
Iscritto: Feb 2010
Stato: Offline
Reputazione:
Messaggio: #52
RE:    email su nucleare e media

Sui costi totali dell'energia elettrica prodotta per fonte nucleare, segnalo questo documento (espresso in in millesimi di dollaro) della E.I.A. (Energy Information Administration - Official Energy Statistics from the US Government):
http://www.eia.doe.gov/cneaf/electricity...at8p2.html
Si nota subito come il costo (totale) dell'energia nucleare negli anni, si mantiente ragionevolmente costante, mentre le fonti fossili sono in continuo e inesorabile aumento! Inoltre, in 10 anni é raddoppiato l'idroelettrico, stessa sorte per i turbogas!
L'andamento del costo del combustibile fissile, l'uranio:
http://www.cameco.com/marketing/uranium_...pot_price/

Messaggio modificato il: 11-11-2010 alle 00:36 da sexyteo.

16-10-2010 12:10
Invia Messaggio privato all'autore Trova tutti i messaggi dell'autore Quota il messaggio nella risposta
sexyteo
Senator Member
****


Messaggi: 267
Gruppo: Registered
Iscritto: Feb 2010
Stato: Offline
Reputazione:
Messaggio: #53
RE:     email su nucleare e media

Il gruppo l'Espresso ha colpito ancora. In un articoletto di ieri, firmato da Alex Saragosa, comparso sul il Venerdì di Repubblica (pagina 81 - numero 1178 del 15 Ottobre 2010), hanno interpellato l'impareggiabile Alex Sorokin sui mini impianti nucleari. Per chi non sapesse chi sia (nel link sottostante, c'é pure un post di Alex Saragosa che é la sintesi, un pò prolissa, di tutti i luoghi comuni antinucleari):
http://www.newclear.it/?p=997
Quelli de l'Espresso non potevano interpellare Maurizio Cumo (Professore di Impianti Nucleari presso l'Università La Sapienza di Roma), per esempio!? La sinistra parla spesso (e strumentalmente) di università pubblica, ricerca e innovazione, ma sono i primi a evitarla quando portano avanti (i politicanti di sinistra, ma anche nel centrodestra c'é da piangere!) tesi scientificamente assurde (si veda anche alla voce ogm!).
Riporto integralmente l'articoletto in questione:
E' l'esatto contrario dell'"effetto Nimby", cioè il rifiuto di impianti pericolosi nella propria città (letteralmente, nel proprio cortile: not in my backyard): le società americane TerraPower e Hyperion e la sudafricana Pbmr stanno studiando come mettere una minicentrale nucleare, se non proprio in ogni cortile, almeno vicino a ogni città, industria, miniera o altro luogo che richieda elettricità e calore. L'idea è che centrali nucleare da poche decine o centinaia di megawatt, supersicure e che richiedano poche o nessuna operazione sul reattore, siano più versatili e accettabili dei grandi impianti attuali.
Le tecnologie proposte sono varie. La Pbmr lavora a un reattore a palle di grafite e uranio da 110 megawatt, che produce anche idrogeno per le auto e si ferma da solo in caso di surriscaldamento. La Cina conta di inaugurarne due entro il 2013. TerraPower (finanziata da Bill Gates) sta invece progettando un impianto, in grado di funzionare in autonomia per 60 anni, in cui uranio non arricchito si trasforma in plutonio, che alimenta la reazione a catena.
Più convenzionale l'offerta della Hyperion: un piccolo reattore sigillato da 25 megawatt, simile a quelli usati sui sommergibili, da sostituire ogni otto anni, come una pila. Il primo sarà installato nel 2013 in Europa Orientale. Potrà la miniaturizzazione rilanciare l'industria nucleare? «Ne dubito» dice Alex Sorokin, ingegnere energetico della società Interenergy, «sui piccoli impianti i costi per la sicurezza pesano di più. E resta irrisolto il problema delle scorie da smaltire».

Allego un articolo di Alberto Fiorillo (pubblicato nelle pagine successive all'altro articoletto suddetto) magnificante i pannelli solari fotovoltaici: che grande convenienza...... tanto paga pantalone!



File allegato(i)
.pdf File  energia solare - pagina 82-83-84 Venerdì di Repubblica (numero 1178 del 15 Ottobre 2010).pdf (Dimensione: 705.29 KB / Scaricato: 1)

Messaggio modificato il: 18-10-2010 alle 12:41 da sexyteo.

16-10-2010 12:28
Invia Messaggio privato all'autore Trova tutti i messaggi dell'autore Quota il messaggio nella risposta
Cher
Consul Member
****


Messaggi: 1.834
Gruppo: Registered
Iscritto: May 2010
Stato: Offline
Reputazione:
Messaggio: #54
RE: email su nucleare e media

Sono dichiarazioni prive di ogni realtà! Naturalmente , non solo non frega nulla della realtà ma lo scopo è di far presa sull'opinione pubblica.

Ho letto le allucinanti esposizioni mentali di Alex sul link segnalato !
Ma che Phuscer ha?
Come è possibile dar credito a delle esposizioni così prive di fondamento?
Chi li paga?


Una  fredda nebbia illividisce il cielo,
le notti incominciano prima.
Tutti conoscono il declino,
ma pochi ne discernono la linea di confine.



Cher03@hotmail.it

Messaggio modificato il: 16-10-2010 alle 13:29 da Cher.

16-10-2010 12:51
Invia Messaggio privato all'autore Trova tutti i messaggi dell'autore Quota il messaggio nella risposta
Cher
Consul Member
****


Messaggi: 1.834
Gruppo: Registered
Iscritto: May 2010
Stato: Offline
Reputazione:
Messaggio: #55
RE: email su nucleare e media

Vedremo quando andranno smaltite tra una ventina di anni .... Grandine a parte!
Una bella moratoria alla voce A3 della bolletta ENEL, sai le risate!
Dato che tutto si gioca sulla comunicazione è lampante che gli interessi in gioco la facciano da padroni.

Ho scoperto questa piacevole lettura,  anche che se  c'entra nulla con il nucleare e le Eco-fregature indica , con lo sguardo al passato, come le cose non stiano come ce le raccontano! Motivo di più per non star zitti!

http://www.loccidentale.it/articolo/ai+c...ma.0097198


Una  fredda nebbia illividisce il cielo,
le notti incominciano prima.
Tutti conoscono il declino,
ma pochi ne discernono la linea di confine.



Cher03@hotmail.it

Messaggio modificato il: 16-10-2010 alle 14:06 da Cher.

16-10-2010 13:42
Invia Messaggio privato all'autore Trova tutti i messaggi dell'autore Quota il messaggio nella risposta
sexyteo
Senator Member
****


Messaggi: 267
Gruppo: Registered
Iscritto: Feb 2010
Stato: Offline
Reputazione:
Messaggio: #56
RE: email su nucleare e media

In articolo di ieri (Domenica 17 Ottobre) a pagina 22, dal titolo Il nucleare italiano riaccende i reattori, la Repubblica torna a parlare di nucleare (autore Luca Iezzi):
http://www.dirittiglobali.it/component/c...tori-.html
Ovviamente, l'antefatto (le "tappe") sul nucleare, é una ricostruzione sensazionalistica e fasulla. L'autore Luca Iezzi, tanto per cominciare, non conosce i quesiti del referendum del 1987 e ignora gli effetti reali e la dinamica dell'incidende di Chernobyl. Allego.

P.S.: segnalo un articolo (sempre ne la Repubblica di ieri, autori Luca Fraioli e Miriam Mafai) su Ettore Majorana e su alcuni sviluppi del giallo che va avanti dal 1938 (data della scomparsa):
http://www.dirittiglobali.it/component/c...rafia.html
Strano che non venga citato o interpellato il Prof. Erasmo Recami che scrisse nel 2001 il libro "Il caso Majorana: epistolario, documenti, testimonianze":
http://books.google.it/books?id=HZkgAQAA...navlinks_s
é un libro molto bello, che lessi alcuni anni fa, lo consiglio a tutti.
http://dinamico2.unibg.it/recami/
Segnalo questo recente libro (Aprile 2010) sull'argomento dal titolo "La seconda scomparsa di Majorana" di Jordi Bonells:
http://books.google.it/books?id=adC0QQAACAAJ
http://www.kellereditore.it/index.php?op...Itemid=106



File allegato(i)
.pdf File  la Repubblica - le tappe del nucleare - 17 Ottobre 2010.pdf (Dimensione: 417.41 KB / Scaricato: 5)

Messaggio modificato il: 18-10-2010 alle 12:44 da sexyteo.

18-10-2010 12:35
Invia Messaggio privato all'autore Trova tutti i messaggi dell'autore Quota il messaggio nella risposta
Cher
Consul Member
****


Messaggi: 1.834
Gruppo: Registered
Iscritto: May 2010
Stato: Offline
Reputazione:
Messaggio: #57
RE: email su nucleare e media

................... i padiglioni auricolari sono unici............... Pertanto se non corrispondono, non corrispondono!
Rulez!


Una  fredda nebbia illividisce il cielo,
le notti incominciano prima.
Tutti conoscono il declino,
ma pochi ne discernono la linea di confine.



Cher03@hotmail.it
18-10-2010 12:59
Invia Messaggio privato all'autore Trova tutti i messaggi dell'autore Quota il messaggio nella risposta
sexyteo
Senator Member
****


Messaggi: 267
Gruppo: Registered
Iscritto: Feb 2010
Stato: Offline
Reputazione:
Messaggio: #58
RE: email su nucleare e media

Tuttavia, sui padiglioni viene fornita una possibile spiegazione: la qualità della foto argentina non è delle migliori e c´è un´ombra che potrebbe trarre in inganno. Gli investigatori concludono l´indagine con un verdetto, confermato anche a Repubblica: «È altamente probabile che l´uomo alla destra di Adolf Eichmann sia Ettore Majorana».
Per farti una più chiara idea, ti allego la foto in questione.
Francamente non ho mai creduto alla teoria di Leonardo Sciascia: nel suo libro La scomparsa di Majorana, assume che egli si sarebbe rinchiuso in un monastero, per sfuggire a tutto e a tutti, dal momento che non sopportava la vita sociale.
Questa ipotesi (non é una teoria in quanto mai dimostrata!) risale al 1975 (all'epoca non ero neppure nato! Toungue) e non tiene conto, ovviamente, di recenti sviluppi.
L'ipotesi dello storico della matematica Umberto Bartocci, afferma che Majorana possa essere stato vittima di un piano maturato nell'ambiente dei fisici da lui frequentato, teso ad eliminare un pericoloso rivale di parte avversa in vista dell'imminente conflitto mondiale. Le argomentazioni di Bartocci, di tipo logico, psicologico e indiziario, sono state accolte da grande scetticismo (per non dire ripugnanza) nell'ambiente dei fisici e a mio avviso questa ipotesi é una stupidaggine colossale! Sarebbe più attendibile una spiegazione che faccia riferimento a un rapimento alieno di Majorana! Toungue
Detto questo, per quello che ho letto e per la personale idea che mi sono fatto, Majorana andò sicuramente in Argentina, però potrebbe avere "sostato" precedentemente e per diversi anni in Germania durante la guerra e forse anche dopo. Tieni presente che i regimi nazifascisti, almeno all'inizio, avevano avuto il consenso anche di diversi esponenti del mondo accademico. Quindi non mi meraviglerei più di tanto, di un eventuale "infatuazione" di Ettore Majorana nei confronti del nazismo, almeno agli esordi. Il fatto poi, che nella foto (datata 1950) ci sia quel criminale di Adolf Eichmann non significa automaticamente che Majorana fosse colluso con lui, come spiegato nell'articolo...... può capitare anche a ognuno di noi di ritrovarsi in un ristorante e nel tavolo accanto esserci un "galantuomo" di cui ignoriamo identità e crimini.
Le rotte verso l'Argentina, in quegli anni, erano assai frequentate da chi voleva rifarsi una vita (Majorana?) e da chi scappava (nazisti e fascisti) dalla giustizia.
Mi riservo di tornare sull'argomento con qualcosa di più sostanzioso e con eventuali novità.

Cher ha Scritto:

................... i padiglioni auricolari sono unici............... Pertanto se non corrispondono, non corrispondono!
Rulez!



File allegato(i) Anteprima(e)
   
18-10-2010 13:32
Invia Messaggio privato all'autore Trova tutti i messaggi dell'autore Quota il messaggio nella risposta
sexyteo
Senator Member
****


Messaggi: 267
Gruppo: Registered
Iscritto: Feb 2010
Stato: Offline
Reputazione:
Messaggio: #59
RE:  email su nucleare e media

Sull'approvvigionamento del combustibile fissile, riporto questo studio recentissimo (Agosto 2010) del W.N.A. (World Nuclear Association):
http://www.world-nuclear.org/info/inf75.html
si evince che non c'é alcun rischio, in futuro, di rimanere senza combustibile fissile.
Alcuni hilites sul Red Book – Uranium: Resources, Production and Demand (Luglio 2010 Ghana):
http://www.iaea.org/OurWork/ST/NE/NEFW/d...edBook.pdf
In allegato, l'Uranium 2009 - Resources, Production and Demand; riporto anche il lavoro precedente (del 2007).



File allegato(i)
.pdf File  Uranium 2009-Resources, Production and Demand - IEA - OECD -NEA.pdf (Dimensione: 4.48 MB / Scaricato: 2)
.pdf File  Uranium 2007 - Resources, Production and Demand - IAEA - OECD - NEA.pdf (Dimensione: 5.06 MB / Scaricato: 0)

Messaggio modificato il: 18-10-2010 alle 15:22 da sexyteo.

18-10-2010 13:47
Invia Messaggio privato all'autore Trova tutti i messaggi dell'autore Quota il messaggio nella risposta
Cher
Consul Member
****


Messaggi: 1.834
Gruppo: Registered
Iscritto: May 2010
Stato: Offline
Reputazione:
Messaggio: #60
RE: email su nucleare e media

Guardando la foto, è ben visibile che non è la stessa perso:
Il labbro superiore, in foto Sx1° è carnosa --->in foto centrale è sottile
Le narici : foto Sx1° delineate ad "aspiratore" ----> in foto centrale delineate chiuse.
Se ingrandisci la foto , questi dettagli sono marcati.
Per altro , non sono dettagli che possono passare inosservati.
Cmq non conosco il caso nei dettagli, ma mi basta e avanza quello scritto sul link di Ettore Majorana.

Se invece si vuole "sguazzare" nel torbido , consiglio questa lettura:
"incarichi speciali " Pavel Ed. Mondadori!


Una  fredda nebbia illividisce il cielo,
le notti incominciano prima.
Tutti conoscono il declino,
ma pochi ne discernono la linea di confine.



Cher03@hotmail.it
18-10-2010 14:01
Invia Messaggio privato all'autore Trova tutti i messaggi dell'autore Quota il messaggio nella risposta
Pagine (20): « Prima « 2 3 4 5 [6] 7 8 9 10 » Ultima »

  Scrivi discussione 


Guarda versione stampabile
Invia discussione a un amico
Sottoscrivi questa discussione | Aggiungi discussione ai favoriti
Valuta questa discussione:

Vai al Forum: